Il 24 novembre è la giornata della colletta alimentare. Dona la spesa a chi è povero.

Un piccolo gesto di ognuno di noi può fare la differenza per chi sta vivendo un momento di difficoltà. Non dimenticate di donare qualcosa mentre fate la spesa.

È un importante momento che coinvolge e sensibilizza la società civile al problema della povertà attraverso l’invito a un gesto concreto di gratuità e di condivisione: fare la spesa per chi è povero.

Durante questa giornata, presso una fittissima rete di supermercati coinvolti su tutto il territorio nazionale ciascuno può donare parte della propria spesa. La colletta alimentare viene promossa anche in istituti scolastici e aziende. È un grande spettacolo di carità: l’esperienza del dono eccede ogni aspettativa generando una forte solidarietà.

Gli organizzatori sentono come rivolto anche a tutti noi e al nostro operare il messaggio del Papa per la II Giornata Mondiale dei Poveri 2018. Per questo lo propongono come strumento di riflessione a tutti coloro che partecipe- ranno alla Colletta Alimentare, che si svolgerà il 24 novembre in tutti i supermercati d’Italia:

“Che cosa esprime il grido del povero se non la sua sofferenza e solitudine, la sua delusione e spe- ranza? La risposta è una partecipazione piena d’amore alla condizione del povero. Probabilmente, è come una goccia d’acqua nel deserto della povertà; e tuttavia può essere un segno di condivisione per quanti sono nel bisogno, per sentire la presenza attiva di un fratello o di una sorella. Non è un atto di delega ciò di cui i poveri hanno bisogno, ma il coinvolgimento personale di quanti ascoltano il loro grido. Il grido del povero è anche un grido di speranza con cui manifesta la certezza di essere liberato”.

Facendo nostro questo invito di papa Francesco, la giornata della Colletta Alimentare intende essere un gesto concreto per sostenere la speranza dei poveri.

Per diventare volontario compila il forum qui.