La Mela di AISM: raccolti 2,5 milioni per i giovani con sclerosi multipla

10mila volontari, presenti in 5mila piazze italiane, hanno raccolto fondi per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla e finanziare programmi di supporto ai giovani che ne sono affetti

Oltre 2 milioni e 500mila euro per la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla e per i giovani con SM.
Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e ci hanno sostenuto con generosità in questa nuova edizione de La Mela di AISM – organizzata da AISM e dalla sua Fondazione, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica – sarà possibile dare ancora più benzina al motore della ricerca e dei progetti dedicati ai giovani con SM, in particolare alla SM Pediatrica, che colpisce i più piccoli.

All’inizio di ottobre 10 mila volontari sono stati presenti in 5.000 piazze italiane, insieme a tante associazioni che da anni affiancano Aism nei “punti di solidarietà”, ai partner e al testimonial, lo chef Alessandro Borghese.

I fondi raccolti con “La Mela di AISM” serviranno a sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla e a far vivere tutti i programmi di AISM a supporto dei giovani con SM: sportelli informativi e di orientamento, convegni sul territorio, prodotti editoriali pensati per rispondere a quesiti e problemi che si presentano nella  loro vita quotidiana, sanitaria, sociale e lavorativa e un blog  – www.giovanioltrelasm.it –  dove tutti possono riconoscersi e “sentirsi a casa”.

La ricerca negli ultimi anni ha fatto molti progressi. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. Ma la causa e la cura risolutiva non sono state ancora trovate. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca scientifica oggi per garantire una migliore qualità di vita, per trovare nuovi trattamenti sempre più efficaci domani, trovare la causa della SM e la cura risolutiva in un futuro sempre più vicino.
Ogni anno AISM mette a disposizione dei ricercatori oltre 4 milioni di euro e si impegna a promuovere e a dare spazio a giovani ricercatori che sempre di più aderiscono e partecipano ai Bandi di ricerca e ai progetti speciali della FISM (Fondazione Italiana Sclerosi Multipla). Dal 1987 a oggi Aism attraverso FISM ha finanziato 374 giovani ricercatori e il 76% continua a svolgere studi sulla sclerosi multipla.

In Italia 110mila persone sono colpite da sclerosi multipla. Si registrano 3.400 nuove diagnosi l’anno, 1 ogni 3 ore. 2/3 delle persone colpite sono donne, il 5% sono in età pediatrica  e oltre il 50% sono giovani tra i 20 e i 40 anni. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla, con pesanti costi per il SSN: è di quasi 5 miliardi di euro l’anno il costo sociale della malattia. Sono questi i numeri della sclerosi multipla tratti dal Barometro 2016 di AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla, che rilevano una fotografia assolutamente nuova della Sclerosi Multipla, prima causa di invalidità tra i giovani dopo gli incidenti stradali.