Il Museo Tattile di Varese è tra i primi 10 del mondo su Twitter

Record di menzioni per il museo varesino durante la #museumweek2016. Con questa attività social si è classificato nono nel concorso lanciato su Twitter

Il Museo Tattile di Varese si fa in tutto il mondo grazie alla sua attività social, in particolare su Twitter. L’esposizione permanente di modelli tattili in legno, dove è “vietato non toccare”, ospitata ormai da cinque anni a Villa Baragiola e nata dall’idea di tre volontari della onlus Controluce, si è classificata tra i primi musei al mondo, condividendo la top ten con istituzioni del calibro del Louvre e del Prado, per l’attività di social su Twitter durante la Museum Week conclusasi il tre aprile.
Il numero di follower e retweet del tattile è stato da record, in un contesto molto “agguerrito”. Sono stati infatti 3.500, di cui 355 solo in Italia, i musei e gli enti culturali di tutto il mondo che hanno partecipato. Nel complesso, l’hashtag#MuseumWeek ha generato oltre 664 mila tweet, visti oltre 294 milioni di volte.
La terza edizione ha dimostrato che i musei italiani se la battono ad armi pari con quelli internazionali in fatto di attività social: ben cinque musei occupano le prime posizioni nella classifica dei più menzionati durante la settimana, pubblicata sul sito ufficiale della #MuseumWeek. L’account del Museo Tattile di Varese (@museotattile_VA) è al nono posto, ma ancora meglio hanno fatto l’account dell’area archeologica di Massaciuccoli romana (@MassaciuccoliRo) e il Museo Corona Arrubbia in Sardegna (@Coronarrubia) che sono al primo e al secondo posto.
La potenza di Twitter, unita alla passione e all’entusiasmo dei curatori (nel caso del Museo Tattile si tratta di Livia Cornaggia, intervistata da Corriere.it) nel parlare con il pubblico e nel condividere contenuti belli e interessanti, fa sì che anche realtà piccole, insolite e poco conosciute riescano a far sentire la propria voce in tutto il mondo.