Informarsi per combattere la mafia. Arriva MafiaMaps

L'app geografica per saperne di più sulla criminalità organizzata in Lombardia è stata presentata da un gruppo di studenti, ricercatori e volontari coordinati da Nando Dalla Chiesa. MafiaMaps è sostenuta da un crowdfunding

Siamo sempre più consapevoli di non poter dire che a Milano la mafia non esiste. Questa convinzione, però, è stata a lungo presente nell’opinione pubblica, e questo fatto conferma che informarsi è il primo passo per combattere la criminalità organizzata. Per questo è nata MafiaMaps: la prima Enciclopedia Geografica sul fenomeno mafioso e il movimento antimafia a portata di smartphone. È disponibile come app per i dispositivi Apple e Android.
L’ha presentata a Milano un gruppo di volontari coordinati da Nando Dalla Chiesa, direttore dell’Osservatorio sulla Criminalità organizzata dell’Università degli Studi di Milano. Spiegano gli ideatori del progetto: “Da ricercatori, studenti e cittadini impegnati nello studio e nella diffusione di conoscenza qualificata sul fenomeno mafioso, avevamo sentito l’esigenza di dotarci di uno strumento che fosse di supporto utile anzitutto a noi per riorganizzare e centralizzare tutte le informazioni sul tema in un unico luogo”.

Ideata nel dicembre 2014 dai creatori di WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie, la prima e più grande enciclopedia sul fenomeno mafioso nata nel 2012, dopo la campagna di crowdfunding #mappiamolitutti iniziata il 21 marzo e conclusasi il 23 maggio 2015, MafiaMaps ha assunto i caratteri di startup innovativa a vocazione sociale con la principale finalità di sviluppare l’app e finanziare il continuo lavoro di ricerca del team, formato da ricercatori sociali under-30 ex-studenti dell’Università degli Studi di Milano laureati con tesi in Sociologia della Criminalità Organizzata sotto la supervisione di Nando dalla Chiesa, Direttore dell’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata della medesima università.

L’app è strutturata in diverse Mappe tematiche. La principale è la “Mappa Organizzazioni Mafiose“, che permette la visualizzazione di una serie di informazioni sul fenomeno mafioso in Italia (Famiglie/Clan/’ndrine, omicidi, stragi, intimidazioni,arresti, luoghi di incontro, oltreché attività e inchieste, con filtri selezionabili in base all’organizzazione, al periodo temporale e allaposizione geografica).
Le altre Mappe sono la “Mappa Movimento Antimafia“, che mostra la presenza di associazioni, scuole e progetti contro il fenomeno mafioso sui vari territori, la Mappa “Vittime Innocenti“, “Beni Confiscati” e “Comuni Sciolti per Mafia“. A queste si aggiungono la “Mappa Eventi“, sugli eventi antimafia promossi dalle associazioni che saranno partner del progetto, e la “Mappa News“, che informa in tempo reale sui fatti di mafia in un determinato territorio, in collaborazione con le testate partner, inizialmente della rete de “I Siciliani Giovani”.
La maggior parte delle informazioni possono essere approfondite grazie all’interconnessione con le voci presenti su WikiMafia.
L’attuale versione dell’App permette l’accesso alla sola “Mappa Organizzazioni Mafiose”, con informazioni relative alla Lombardia. A fine maggio una nuova versione dell’App comprenderà le mappe precedentemente menzionate. L’aggiornamento della mappa da parte del Team è quotidiano e gli utenti in tempo reale visualizzeranno le modifiche.
Il progetto sarà completato con l’attivazione di ulteriori campagne di crowdfunding regionali nel corso del 2016.

Si può seguire MafiaMaps anche su Facebook e Twitter.