Nel 2024 sarà lanciata una nuova app in Lombardia per l’orientamento al lavoro dei giovani

costruire il futuro puzzle
"indirizzerà i ragazzi nel modo del lavoro motivandoli così a completare gli studi con l’obiettivo di un percorso professionale. Un progetto che coinvolgerà anche le famiglie", Simona Tironi
 “L’orientamento – ha spiegato l’assessore lombardo Simona Tironi (Istruzione, Formazione e Lavoro) ed Elena Lucchini (Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità) – è uno dei principali strumenti per contrastare la dispersione scolastica. Per il prossimo anno sarà attivata una web-app che indirizzerà i ragazzi nel modo del lavoro motivandoli così a completare gli studi con l’obiettivo di un percorso professionale. Un progetto che coinvolgerà anche le famiglie”.
“Non solo – ha proseguito Tironi – stiamo potenziando anche il lavoro per assistere i nostri ragazzi sul fronte psicologico e pedagogico. Prestissimo partirà la sperimentazione della ‘Scuola in ascolto’: uno sportello dedicato a docenti e genitori che darà un importante supporto psico pedagogico. Un servizio attivo cinque giorni alla settimana, quattro ore ogni giorno, con il quale saranno fisicamente presenti professionisti all’interno delle scuole per aiutare i ragazzi nei momenti difficili, come può esserlo la scelta degli studi”.
“L’orientamento è uno dei principali strumenti che ci aiuteranno sicuramente a contrastare la dispersione scolastica dei nostri ragazzi perché siamo sempre più convinti che accompagnandoli in quello che è un percorso di scelta, una scelta importante per il loro futuro li responsabilizziamo da una parte e dall’altra parte gli mettiamo a disposizione uno strumento gli permetterà di scegliere in base alle proprie inclinazioni, ma soprattutto in base alle loro passioni. Noi ci stiamo concentrando su uno nuovo strumento di orientamento che l’anno prossimo arriverà in tutte le scuole della nostra regione attraverso una web app che aiuterà i nostri ragazzi parlando la stessa lingua che loro oggi parlano tutti i giorni, che è quella della digitalizzazione e dell’innovazione tecnologica, ad orientarli nel mondo del lavoro, proiettandoli nel mondo del lavoro per conoscere quelli che sono i mestieri, quelli che saranno anche le future professioni, per aiutarli a ricostruire quello che potrebbe essere il percorso di studi più adatto per loro. Un accompagnamento personale e non a 360 gradi come scuola di classe. È un accompagnamento che li responsabilizzerà e che vedrà anche attori in questo percorso, la famiglia, quindi i genitori, che sono una parte importante, perché la scuola da sola non può fare tutto”.
0 replies on “Nel 2024 sarà lanciata una nuova app in Lombardia per l’orientamento al lavoro dei giovani”