Cerro Maggiore: Pic-Nic solidale con il centro antiviolenza con il sostegno della Bcc, il 7 maggio

Pic-nic delle Rose Cerro Maggiore 7 maggio 2023
Prenotazioni entro il 4 maggio. Si tratta di una giornata all’insegna della natura, aria fresca e alla riscoperta del piacere di apparecchiare la tavola su un prato verde insieme ai propri amici e famigliari.

Il centro antiviolenza rete territoriale di Varese, in collaborazione con la Tenuta La Cantalupa e con il patrocinio del Comune di Cerro Maggiore,  e il sostegno della Bcc organizza per domenica 7 maggio un’inedita edizione versione Pic-Nic a Cerro Maggiore, in forna solidale.

Domenica 7 maggio un’inedita edizione versione Pic-Nic a Cerro Maggiore. In un’atmosfera talmente naturale da sembrare irreale, un’esperienza inusuale, specie per chi abita in città, verrà proposto Il Pic-Nic delle Rose dalle 11 in poi, a cui si potrà accedere mediante donazione a partire da 15€ (gratuito per i bambini fino a 12 anni), per trascorrere una giornata all’insegna della natura, aria fresca e alla riscoperta del piacere di apparecchiare la tavola su un prato verde insieme ai propri amici e famigliari.

La presidente di Eva Odv Emilia Barni ha dichiarato: “Sarà uno straordinario momento di condivisione e gratificazione delle donne che “ce l’hanno fatta”. Presenziare al picnic “La Donna delle Rose” non sarà soltanto un momento di festa e celebrazione, ma anche di riflessione e coesione su un importante tema come quello della violenza sulle donne. Parteciparvi sarà dunque simbolo di sostegno verso E.VA ODV, Associazione che quotidianamente si impegna contro la violenza sulle donne, lavorando sul loro supporto famigliare, lavorativo e di reinserimento sociale, grazie al costante impegno di qualificate professioniste e volontarie del centro antiviolenza”.

Roberto Scazzosi, Presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, ha spiegato: “Per una banca locale che mette il territorio al centro di ogni strategia e ogni intervento, porsi al fianco di E.va odv è un dovere. La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate conferma, anche con questa iniziativa, una collaborazione che prosegue ormai da quattro anni e che è volta non solamente al sostegno dell’associazione, ma anche e soprattutto alla diffusione di una sempre maggiore cultura contro ogni violenza di genere. È attraverso i piccoli gesti quotidiani e una crescente sensibilizzazione su questi temi che crediamo sia possibile contrastare la violenza contro le donne”.

Giovanni Pozzi Repossini per la Tenuta La Cantalupa ha commentato: “Siamo sempre lieti di aprire la tenuta al pubblico, per offrire un’esperienza immersiva nella natura dei nostri luoghi. A maggior ragione lo siamo in quest’occasione dove possiamo sostenere un messaggio così forte e importante a sostegno delle donne. Il tutto simboleggiato da un fiore che nella nostra tenuta non può mancare, come l’amore e il rispetto per le donne e per tutti i nostri ospiti”.

Sarà un Pic-Nic magico tra la natura e gli animali, nella straordinaria ed elegante tenuta “La Cantalupa”, realtà agricola alle porte di Milano che fa dell’amore per la natura la sua sola vocazione, dove la coltivazione segue il buon senso del biologico e dove l’allevamento allo stato brado è a misura dei bisogni dell’animale.

Il parco dispone di 50 ettari di terreno recintato dove è possibile incontrare piccoli animali che vi soggiornano in libertà, come caprioli, lepri, asini e anatre di varie specie e colori. Sarà inoltre possibile fare visite guidate, in particolare la visita del “Leprone”, lo speciale e suggestivo cottage, completamente costruito in tronchi di legno e composto di salone, cucina, camera da letto e due bagni. Presso il Leprone saranno visionabili alcune opere messe a disposizione dal gruppo artistico Marn’Arte. Un’opera nello specifico verrà donata personalmente da Roberto Todaro, maestro del gruppo, particolarmente sensibile alla tematica trattata.

Durante la giornata verranno organizzate attività ricreative e giochi “di una volta” per l’intrattenimento di piccoli ed adulti. Grazie all’organizzazione della tenuta si terrà anche una passeggiata dove si potranno incontrare esemplari di varie specie animali, sia domestiche che selvatiche.

Per questa esperienza di completa immersione nella natura è possibile portare con sé il proprio cestino del pranzo con la coperta per sedersi, oppure acquistare l’esclusivo cestino Pic-Nic direttamente sul sito di Colombo dal 1933 ( https://www.colombo1933.it/negozio/pic-nic-la-donna-delle-rose/ ) allo speciale prezzo di 20€, che include una donazione ad E.VA ODV.

Il cestino viene proposto in due diverse varianti; la prima con un antipasto composto da mozzarella fior di latte, pomodori datterino, 4 quadrotti di focaccia liscia, 4 quadrotti di pizza colombo e un panino dolce vuoto, un primo composto da riso venere con verdure di stagione spadellate alla curcuma e un dolce formato da mono crostata di albicocche. La seconda variante è composta, invece, da un antipasto con salmone affumicato con insalata di arance, 4 quadrotti di focaccia liscia, 4 quadrotti di pizza colombo, panino dolce vuoto, un primo formato da riso venere con verdure di stagione spadellate alla curcuma e come dolce una crostatina alla marmellata di albicocche. Entrambe le due varianti comprendono una bottiglietta d’acqua.

Le prenotazioni per l’acquisto online sul sito di Colombo dal 1933 saranno possibili sino al giorno 4 maggio e verranno direttamente distribuiti in loco dal personale addetto.

Dopo il pranzo, alle 15, con la conduzione del giornalista Marco Linari, alla presenza del direttivo di E.VA ODV, si terrà la terza edizione del premio “La Donna delle Rose”, che prende il nome da un’importante e famosa opera di Manuela Carnini, che ne ha concesso l’utilizzo esclusivo all’Associazione. Con questa premiazione verranno riconosciute le donne che si sono distinte e sono diventate l’eccellenza del nostro territorio. Le categorie selezionate sono le seguenti: arte, cultura, welfare e imprenditoria. A loro la speciale targa di riconoscimento offerta da Gioielleria Dino Ceccuzzi.

Il premio “La donna delle rose” riconosce, infatti, i talenti e i meriti che queste donne sono riuscite a raggiungere con tanta dedizione, coraggio e tenacia. La Rosa viene utilizzata perché è un fiore delicato e femminile, ma che sa essere anche molto forte e coraggioso grazie alle spine che usa come protezione, proprio come queste donne che, nonostante tutto, sono riuscite a superare ogni sfida e diventare le imprenditrici che sono oggi.

 

0 replies on “Cerro Maggiore: Pic-Nic solidale con il centro antiviolenza con il sostegno della Bcc, il 7 maggio”