Business: quanto pesano negli investimenti gli aspetti ambientali e di governance, EGS

Quale è il GAP tra domanda e offerta di informativa ESG (Environmental, Social and Governance)? Di cosa avrebbero bisogno gli investitori per le proprie decisioni di investimento rispetto a quanto invece viene fornito dalle imprese?

“L’informativa legata agli aspetti ambientali e di governance assume sempre maggiore rilevanza nelle decisioni di investimento – ha spiegato il prof. Alessandro Cortesi, Ordinario di Contabilità e Bilancio della LIUC – Università Cattaneo.

Uno studio fa il punto della situazione. Lo hanno realizzato la insieme a Lui, con IR TOP Consulting, advisor finanziario per la quotazione e l’Osservatorio Euronext Growth Milan (EGM)

.”Il 90% dei rispondenti, infatti dichiara di tenerne conto. Solo il 35%, però, dichiara di farlo sempre; dunque, ci sono ampi margini di miglioramento”, continua Cortesi.. E ancora, il 70% afferma di valutare o richiedere alle aziende partner, in assenza di una esaustiva informativa ESG, altri parametri di natura ambientale, sociale e di governance ai fini della scelta di investimento. Tra i temi ritenuti di maggior rilevanza, l’informativa ambientale e quella sulla governance. Tra le informazioni più carenti ci sono per contro la chiara identificazione dei rischi e delle opportunità associati ai temi di sostenibilità nonché l’esplicitazione delle metriche e degli obiettivi ESG. Tra le criticità, è stata segnalata anche la difficoltà di quantificare e comparare l’informativa fornita”.

Le aziende iniziano adesso a capire l’importanza di rendicontare cosa fanno sul piano ambientale e di governare  Anna Lambiase, CEO & Founder di IR Top Consulting ha commentato: “Negli ultimi anni il numero delle PMI quotate su Euronext Growth Milan che rendiconta i temi ESG attraverso il Bilancio di Sostenibilità è più che raddoppiato.

Le principali proposte che gli investitori hanno evidenziato per un miglioramento dell’informativa degli Emittenti, riguardano:

  • l’allineamento agli obiettivi della EU Taxonomy,
  • la definizione di standard di report ESG che consentano una più immediata consapevolezza per una più semplice comparazione settoriale
  • l’adozione di criteri di misurazione standardizzati volti a facilitare confronti omogeni che soddisfino il criterio della materialità.

Relativamente ai trend futuri emerge che le tematiche prioritarie nella valutazione degli investimenti saranno legate al:

  • cambiamento climatico (73%),
  • all’economia circolare e alle questioni sociali quali la diversity e l’inclusione (48%)
  • alla catena di approvvigionamento (25%).”

Lo studio ha coinvolto i 40 investitori istituzionali che operano sul mercato EGM con un tasso di rispondenza di circa il 40% in termini assoluti e di quasi il doppio in termini di ammontare investito. Dei partecipanti alla survey il 53% ha una dimensione patrimoniale (AUM) di oltre 100 mln di euro, mentre il 65% dichiara di aver investito nel capitale delle PMI quotate sul mercato EGM tra lo 0 e il 10% del loro patrimonio.

Sono stati indagati i seguenti aspetti: Informativa ESG sul mercato EGM, Coinvolgimento degli investitori/stakeholder engagement, Informativa ESG e decisioni di investimento: barriere e azioni, Trend futuri.

La LIUC – Università Cattaneo nasce nel 1989, dalla volontà di oltre 300 imprenditori della provincia di Varese e dell’Alto Milanese, di creare un ateneo che preparasse i giovani secondo le reali esigenze del mondo del lavoro. La LIUC rappresenta infatti l’unica università italiana voluta, fondata e direttamente gestita da una Associazione imprenditoriale. Un’iniziativa del tutto nuova, dunque, che si proponeva di colmare un vuoto allora presente nel panorama formativo italiano. Due i corsi di laurea, Economia Aziendale e Ingegneria Gestionale. Grande attenzione nell’offerta formativa è dedicata alle soft skills e al contatto con il mondo del lavoro, grazie a una ricca rete di imprese partner.

IR Top Consulting, IPO partner di Borsa Italiana, è la boutique finanziaria leader in Italia nell’Advisory per la quotazione in Borsa delle PMI. Fondata a Milano nel 2001, ha maturato un solido track record sui Capital Markets e una posizione di leadership su Euronext Growth Milan. Opera attraverso le Business Unit IPO Advisory, Equity Research, IR Advisory e ESG Advisory con un team di professionisti con pluriennale esperienza sulla finanza straordinaria, le tecniche di valutazione del mercato azionario, la comunicazione finanziaria, la regolamentazione e la finanza sostenibile (V-Finance). Nel 2014 ha fondato l’OSSERVATORIO PMI Equity Capital Markets (ex OSSERVATORIO AIM), Think Tank sul mercato dei capitali.