La pandemia non frena l’economia digitale: Milano Monza Brianza Lodi in crescita

I dati sono stati elaborati in occasione di “Le imprese raccontano l’innovazione”

A Milano Monza Brianza e Lodi sono 16.476 le imprese “digitali”, attive nei settori di e-commerce, produzione di software e consulenza informatica, telecomunicazioni e altri servizi legati al web. Numeri che mettono il territorio al primo posto della classifica “virtuale” come distretto digitale in Italia. Nell’ampia area metropolitana le imprese crescono in un anno del +4,4%, con un trend positivo che nel periodo 2017/2020 vede un aumento complessivo del +13,5%. E il valore dell’economia digitale si misura anche dalla sua capacità di generare occupazione. In controtendenza con il dato generale (che tra il 2019 e il 2020 rileva un calo degli addetti a Milano, Monza Brianza e Lodi del -2,2%), nelle attività legate al digitale l’occupazione cresce del +4,5%, con 179.520 addetti nel 2020. Dai dati di bilancio disponibili relativi al 2019, emerge infine che nell’area Milano Monza Brianza Lodi l’economia digitale genera circa 46 miliardi di euro di ricavi.

I dati sono stati elaborati in occasione di “Le imprese raccontano l’innovazione” una serie di appuntamenti promossi dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, in programma oggi 18 marzo, durante la Digital Week, la manifestazione promossa dal Comune di Milano, Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici. Cinque eventi in live streaming, per far conoscere e valorizzare le realtà imprenditoriali che stanno trasformando il “fare impresa” attraverso il digitale, contribuendo a rendere Milano e il suo territorio sempre più avanzato e sostenibile: il ruolo delle donne nei settori a più alto contenuto tecnologico; il turismo come leva di rigenerazione territoriale; il marketing digitale; l’export digitale e, infine, le soluzioni innovative delle startup e delle imprese per i settori retail, delivery, marketing digitale e turismo. In apertura della giornata i saluti introduttivi di Elena Vasco, Segretario Generale Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi e Roberta Cocco, Assessora a Trasformazione Digitale e Servizi Civici Comune di Milano.

 Tutti i numeri del digitale A Milano Monza Brianza e Lodi sono 16.476 le imprese “digitali”, attive nei settori di e-commerce, produzione di software e consulenza informatica, telecomunicazioni e altri servizi legati al web. Numeri che mettono il territorio al primo posto della classifica “virtuale” come distretto digitale, seguito da Roma (14.502 imprese), Napoli (6.907) e Torino (5.547). Una crescita continua, confermata – e probabilmente accelerata – nel 2020: nell’ampia area metropolitana le imprese crescono in un anno del +4,4%, con un trend positivo che nel periodo 2017/2020 vede un aumento complessivo del +13,5%. E il valore dell’economia digitale si misura anche dalla sua capacità di generare occupazione. In controtendenza con il dato generale (che tra il 2019 e il 2020 rileva un calo degli addetti a Milano, Monza Brianza e Lodi del -2,2%), nelle attività legate al digitale l’occupazione cresce del +4,5%, con 179.520 addetti nel 2020. Andamento positivo molto simile anche per la Lombardia, con un tasso di crescita del +4% (rispetto al -2,1% a livello generale) e per l’Italia +4% rispetto al -2,7% generale. Correlato alle dinamiche di trasformazione del “fare impresa” innescate da pandemia e lockdown, è l’e-commerce che nell’area metropolitana nel 2020 fa registrare il tasso di crescita occupazionale più elevato, con un + 12,4% di addetti, seguito dal + 7,7% del settore “produzione di software e consulenza informatica”. Dai dati di bilancio disponibili relativi al 2019, emerge infine che nell’area Milano Monza Brianza Lodi l’economia digitale genera circa 46 miliardi di euro di ricavi, con performance che riflettono il peso dimensionale dei settori: “telecomunicazioni” oltre 23 miliardi; “consulenza informatica e produzione di software” 17 miliardi; servizi dell’informazione 3 miliardi, e-commerce 2,2 miliardi. Imprese digitali: sempre più giovani e donne Sul totale complessivo, le imprese digitali giovanili sono 1.878 pari all’11,4%, con un’espansione continua che registra un incremento tendenziale nel 2020 del +14,2%, che diventa del +29% nel periodo 2017/2020. Fenomeno ancora più evidente a livello regionale che segna una variazione annuale del +16,4% (3.443 imprese nel 2020) e del +35% nel periodo pluriennale considerato. Dati ancora più significativi se confrontato con le medie nazionali: +10,6%  nel 2020, + 17%  tra il 2017-2020. Tra Milano Monza Brianza Lodi, l’universo femminile rappresenta il 18,4% del cluster digitale (3.027 imprese), leggermente sotto la media lombarda del 20% (5.561) e nazionale del 21,4% (27.461). Da rilevare i dati provinciali di Lodi (23%) e Monza Brianza (21,8%) entrambi superiori ai valori nazionali. Anche in questo caso positivi e in progressione i dati di crescita, sui tre livelli territoriali considerati: i tassi segnano +7,3% nel 2020 e del 19,1% tra il 2017 e il 2020 per l’area metropolitana allargata; +8,2% del 2020, e un +18%  in Lombardia; + 7.8% e + 16,2% in Italia.