Varese controlli gratuiti alla retina dal 21 al 23 settembre in piazza della Repubblica

La visita è riservata a persone con più di 40 anni. L’appuntamento è dalle 10 alle 18, con pausa solo nell’orario di pranzo.

L’iniziativa prevede la permanenza in città di una  grande struttura ambulatoriale mobile – un tir hi-tech – dotata di più postazioni, presso la quale sarà possibile effettuare gratuitamente controlli oculistici ad alta tecnologia su retina e nervo ottico riservati a persone di età superiore ai 40 anni.  L’appuntamento è dalle 10 alle 18, con pausa solo nell’orario di pranzo in piazza della Repubblica dal 21 al 23 settembre.

Glaucoma, retinopatia diabetica e maculopatie rappresentano un insieme di patologie che, complessivamente, riguardano oltre 3 milioni di italiani e 400 milioni di persone nel mondo. Si tratta di malattie che possono provocare cecità e che sono destinate ad aumentare in incidenza man mano che la popolazione invecchia. Le malattie della retina e del nervo ottico, inoltre, sono non di rado asintomatiche negli stadi iniziali, mentre diventano molto difficili da curare una volta manifestatesi pienamente.

Ecco perché il rischio di cecità crescerà nei prossimi anni rendendo sempre più importanti le diagnosi precoci in oftalmologia. Un quadro epidemiologico che ha spinto l’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia Onlus a lanciare una grande iniziativa di prevenzione.

Si tratta della Campagna Nazionale di Prevenzione delle malattie della retina e del nervo ottico con controlli oculistici gratuiti. Iniziando dalla Lombardia a settembre 2019, una grande struttura ambulatoriale su ruote – un tir hi-tech – dotata di 4 laboratori e più postazioni – raggiungerà le principali città di tutte le regioni italiane entro il 2021. Presso il tir sarà possibile effettuare gratuitamente controlli oculistici ad alta tecnologia su retina e nervo ottico. In ogni Regione, inoltre, il tour sarà preceduto da un forum informativo-divulgativo aperto al pubblico, al quale prenderanno parte esponenti della comunità medico-scientifica, i responsabili della gestione dei servizi sanitari regionali e la società civile.

La campagna è stata promossa dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia Onlus, grazie al sostegno del Parlamento italiano che, con la legge di bilancio 2019, ha voluto dare una risposta incisiva al grande bisogno di prevenzione visiva presente nella popolazione.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute, dell’Istituto Superiore di Sanità, della Società Oftalmologica Italiana, dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), oltre che dell’Intergruppo Parlamentare per la Tutela della Vista.