Un turbante per la vita. E per la femminilità

Una delle foto di Guido Taroni della serie Donne ConTurbanti, con modelle non professioniste che indossano i turbanti Vita
Si chiama Dee di Vita l'iniziativa che vede collaborare l'Ospedale San Raffaele di Milano e l'azienda di moda Mantero nell'ambito del progetto Salute allo Specchio. La malattia si cura anche con la bellezza

Dee di Vita è un’iniziativa solidale che nasce dalla collaborazione tra la storica Azienda Mantero e l’Ospedale San Raffaele – una delle 18 strutture di eccellenza del Gruppo Ospedaliero San Donato – per sostenere le attività di Salute allo Specchio, progetto che si occupa di supportare psicologicamente le donne con patologie oncologiche in cura presso l’Istituto, allo scopo di aiutarle a superare ansia, depressione e solitudine e a ritrovare vitalità, femminilità e il desiderio di stare con gli altri.

Fulcro dell’iniziativa è Vita, un turbante speciale, ideato dal team creativo di Mantero con i preziosi consigli delle donne che hanno partecipato a Salute allo Specchio. Accessorio affascinante e versatile Vita è semplice da indossare grazie allo styling che permette di annodarlo con pochi gesti, mentre il morbido twill di seta lo trasforma in una vera e propria carezza. È un prodotto volutamente allegro e colorato che interpreta la forza e l’energia di tutte le donne, ne celebra la bellezza e ne valorizza la femminilità. Dolce e poetico nelle sue stampe da sogno è perfetto su ognuna perché è in grado di valorizzare il viso la forza dello sguardo, il sorriso.

Per molto tempo il turbante è stato anche associato alla malattia. Oggi non è più così, il turbante è diventato un capo che esalta la bellezza e la femminilità di ogni donna. Lo indossano signore diverse per età ed esperienze così come lo sfoggiano spesso le star ed è protagonista delle passerelle più glamour.
Lo dimostrano gli scatti del fotografo Guido Taroni realizzati per la mostra DonneConTurbanti: 16 donne che indossano il turbante Vita per dimostrare la loro solidarietà alle donne in cura per un tumore.

I turbanti Vita si possono acquistare online al prezzo di 80 euro, sostenendo così il progetto Salute allo Specchio rivolto alle pazienti oncologiche del San Raffaele.

Salute allo Specchio
Salute allo Specchio è un progetto promosso dall’Ospedale San Raffaele di Milano in collaborazione con l’Università Vita-Salute San Raffaele, ideato dalle dottoresse Valentina Di Mattei, psicologa e ricercatore universitario, e Giorgia Mangili, responsabile oncologia ginecologica. Nasce dalla convinzione che eccellenza medica e qualità della cura debbano portare al pieno recupero del benessere fisico e psicologico della persona. È un percorso volto a sostenere concretamente le donne con patologie oncologiche in cura presso l’Ospedale San Raffaele per aiutarle a superare ansia, depressione e solitudine e a ritrovare vitalità, femminilità e il desiderio di stare con gli altri. Attraverso cicli di incontri individuali e di gruppo con professionisti di area medica, psicologica, estetica e della moda, Salute allo Specchio intende offrire un supporto concreto nella gestione degli effetti collaterali delle terapie, come radioterapia e chemioterapia, per ridare qualità alla vita e vigore alla progettualità individuale.

Mantero
Mantero Seta è un’azienda familiare fondata nel 1902 con oltre un secolo di storia alle spalle e quattro generazioni che si sono succedute al comando. Oggi è un’azienda moderna, integrata, dalla solida struttura manageriale, leader indiscusso nella creazione, produzione e distribuzione di tessuti e accessori tessili, maschili e femminili. Il foulard è da sempre un accessorio che fa parte del suo core business ed è stato scelto quale accessorio simbolo di un progetto fatto da donne per le donne.

Ospedale San Raffaele – Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico.
L’IRCCS Ospedale San Raffaele è una struttura clinica-scientifica-universitaria di rilievo internazionale e di alta specializzazione per diverse importanti patologie. È un ospedale accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale con oltre 50 specialità cliniche e 1.318 posti letto. Nel maggio 2012 il San Raffaele è entrato a far parte del Gruppo Ospedaliero San Donato, diventando così una delle 18 strutture d’eccellenza del più importante gruppo sanitario del Paese.