Quasi un milione e trecentomila persone hanno scelto di essere soci Bcc

A tanto arriva il numero delle persone che hanno scelto una banca di credito cooperativo e ne sono diventate, non solo correntiste, ma anche soci.

I numeri parlano da soli sulla bontà del credito cooperativo: sono quasi un milione e trecentomila i soci delle BCC-CR, delle Federazioni Locali, dei Gruppi Bancari Cooperativi, di tutti gli Enti Soci di Federcasse, protagonisti di una componente indispensabile del mercato bancario e della democrazia economica italiana.

“Sottolineo – ha dichiarato il presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini – la grande importanza del Credito Cooperativo nella realtà del movimento cooperativo italiano. L’ancoraggio territoriale e la sua capacità di risposta alle esigenze delle comunità sono la prova del carattere mutualistico della cooperazione di credito”.

Il Presidente di Federcasse  Augusto dell’Erba ha sottolineato il proprio “pieno impegno, insieme ai Vice presidenti, a far sì che Federcasse si confermi la casa comune di tutto il Credito Cooperativo ed il luogo della rappresentanza unitaria degli interessi di tutto il Credito Cooperativo nei confronti dei diversi interlocutori”. “Nel prossimo triennio – ha detto ancora il Presidente – l’Associazione nazionale del Credito Cooperativo, in collaborazione con Confcooperative, sarà un soggetto capace di sintetizzare e dare rappresentazione sempre più efficace oltre che fare rappresentanza sempre più incisiva delle istanze della categoria, un facilitatore di dialogo a livello europeo e nazionale in tutti i momenti dei processi normativi, ma soprattutto nella loro fase ascendente”.

Dell’Erba, che aveva assunto la Presidenza di Federcasse nel gennaio 2017 a seguito delle dimissioni dell’allora Presidente Alessandro Azzi, è Presidente della Cassa Rurale ed Artigiana di Castellana Grotte e della Federazione Puglia e Basilicata delle BCC.