Anche in Italia arrivano i “Cuochi senza frontiere”

Il Dipartimento solidarietà emergenze della Federazione Italiana Cuochi è entrato in World Chefs Without Borders. I nostri cuochi hanno una lunga tradizione di volontariato e sono stati attivi nelle zone terremotate

Il Dipartimento solidarietà emergenze della Fic-Federazione italiana cuochi è stato chiamato a far parte del World Chefs Without Borders, l’organizzazione mondiale di solidarietà di WorldChef che in questi anni ha realizzato diverse azioni di volontariato nel mondo, tra cui la cucina per i rifugiati che dai Balcani tentano di entrare in Europa.

La new entry è stata ufficializzata in occasione del congresso mondiale di WorldChefs a Salonicco in Grecia, durante il quale è stata ricordata la lunga tradizione di solidarietà dei cuochi volontari della Federazione italiana, che si sono distinti sia per i soccorsi prestati nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto, sia per le altre attività sviluppate a livello nazionale, come le “charity dinner” e le mense per i poveri.

Da oggi, quindi, la struttura del Dipartimento Solidarietà ed Emergenze FIC opererà, se necessario, anche con il supporto dell’organizzazione mondiale World Chefs Without Borders.