Riaperto a Legnano il Giro d’Italia delle biglie

La biglia gigante di Marco Pantani a Imola, foto di Bergamin da Wikipedia
Pista ristrutturata al parco delle scuole Mazzini dopo che il web si era mobilitato. Il primo torneo a squadre è stato organizzato il 20 marzo dal Comune e dalla U.S. Legnanese

Torna a Legnano, e in grande stile, il gioco delle biglie dei ciclisti, passatempo un po’ vintage che in realtà va forte anche tra le giovani generazioni.
Lo dimostra la grande e partecipata festa che ha salutato l’inaugurazione, con il primo “Giro d’Italia” formato torneo, della pista ristrutturata al parco delle scuole Mazzini. Un tracciato con la forma dello Stivale su cui negli anni hanno giocato tantissimi bambini legnanesi, ma che col tempo si era degradato, al punto da costituire anche un problema per la sicurezza.
A mobilitarsi per il ritorno del gioco delle biglie nel parco pubblico è stato per primo un utente della pagina Facebook “Sei di Legnano se…”, il legnanese Silvio Riccio.
Il tam tam sui web è stato recepito dal Comune, che ha deciso di sostenere l’idea inserendola nelle iniziative della Me Car Legnan e ha coinvolto la società ciclistica U.S. Legnanese. Questa ha provveduto a restaurare la struttura e a organizzare il primo torneo a squadre, quello del 20 marzo.
All’evento erano presenti gli assessori Umberto Silvestri, Maurizio Tripodi e Chiara Bottalo, che con il taglio del nastro hanno dato il via alla corsa di biglie sul tracciato del Giro. Curiosità: manca la Sardegna, ma la Sicilia è unita al resto della Penisola grazie al ponte sullo Stretto.
Il premio per la squadra vincente sono stati tre caschi per andare in bicicletta, perché la sicurezza viene prima di tutto.