Forte crescita per il Gruppo BCC Iccrea durante la pandemia e anche dopo. Le Bcc convincono gli italiani

bcc
Al 30.09.23 il Gruppo BCC Iccrea ha realizzato quasi 90 miliardi di finanziamenti netti alla clientela, il 7% in più rispetto al dato di giugno 2019, con una quota di mercato nazionale superiore al 6% (4,9% al 30.06.19).

In circa 4 anni, da giugno 2019 a settembre 2023, le banche di credito cooperativo del Gruppo BCC Iccrea hanno dimostrato di essere realtà territoriali sempre più rilevanti per l’economia italiana e per le comunità di riferimento.

Forte crescita per il Gruppo BCC Iccrea:

  • sostegno all’economia: quasi 90 miliardi di euro di stock di finanziamenti netti alla clientela al 30.09.23 con una crescita del 7% rispetto al 30.06.19 e una quota di mercato passata dal 4,9% al 6,1%;
  • attenzione al sociale: rilevanti attività benefiche con erogazioni liberali per circa 200 milioni di euro e finanziamenti a impatto sociale e ambientale per oltre 24 miliardi di euro, mantenimento dei livelli occupazionali, unica presenza bancaria in oltre 350 comuni italiani;
  • miglioramento di tutti i principali indicatori patrimoniali, finanziari e di qualità del credito: tra i migliori player bancari nell’ultimo stress test europeo.

Al 30.09.23 il Gruppo BCC Iccrea ha realizzato quasi 90 miliardi di finanziamenti netti alla clientela, il 7% in più rispetto al dato di giugno 2019, con una quota di mercato nazionale superiore al 6% (4,9% al 30.06.19).

In particolare, da dicembre 2019 a dicembre 2023 l’attenzione al sociale si è concretizzata in un ammontare delle erogazioni liberali sui territori di circa 200 milioni di euro e dei finanziamenti a impatto sociale e ambientale per oltre 24 miliardi di euro.

Inoltre, i risultati raggiunti dal Gruppo si sono rilevati estremamente positivi su tutti i principali indicatori patrimoniali, finanziari e di liquidità.

Nel dettaglio, in circa 4 anni, tra giugno 2019 e settembre 2023, il totale dell’attivo del Gruppo BCC Iccrea è salito di oltre 13 punti percentuali, sul fronte della solidità patrimoniale il CET 1 è cresciuto di oltre 5 punti percentuali, mentre lato qualità del credito l’NPL ratio lordo è sceso di oltre 10 punti e l’NPL ratio netto di quasi 7 punti.

Il Gruppo BCC Iccrea oggi impiega oltre 22 mila dipendenti e opera con quasi 2.500 sportelli. Dalla sua costituzione il Gruppo ha incrementato il numero dei propri dipendenti in controtendenza rispetto al settore bancario e aumentato il numero dei comuni in cui è l’unica presenza bancaria (oltre 350 comuni oggi rispetto ai 283 comuni nel 2019), ad evidenza di un modello di business e di un’impostazione strategica diversi rispetto alla media di settore, che riflettono i tratti distintivi e lo spirito sotteso al credito cooperativo.

Al 30 settembre 2023, il Gruppo BCC Iccrea ha raggiunto un attivo totale pari a 171,5 miliardi, un CET1 del 20,8% e un TC ratio del 21,9% largamente al di sora dei requisiti, un NPL ratio lordo del 4,1%, un NPL ratio netto dell’1,2%, un livello di copertura dei crediti deteriorati pari al 70,6%, un indicatore di liquidità LCR sopra al 250%, con un patrimonio netto consolidato pari a 13,3 miliardi di euro e fondi propri per 13,8 miliardi.

Questi i dati emersi oggi in occasione dell’evento organizzato a Roma, dal titolo “Il Gruppo Bancario Cooperativo: le opportunità e le sfide di un nuovo modello bancario. I 60 anni ‘differenti’ di Iccrea, da Istituto Centrale delle Casse Rurali e Artigiane a Capogruppo”. Un’iniziativa volta a celebrare i 60 anni di operatività di Iccrea Banca, nata nel 1963 per assolvere il ruolo di Istituto Centrale delle Casse Rurali e Artigiane e dal 4 marzo 2019 Capogruppo del Gruppo BCC Iccrea.

L’incontro di oggi, organizzato presso la Fiera di Roma, è stato un momento di lavoro e di confronto alla presenza di rappresentanti del mondo istituzionale, economico e finanziario nazionale e locale e ha visto la partecipazione anche del Governatore della Banca d’Italia Fabio Panetta.

“Il 30 novembre del 1963 nasceva a Roma Iccrea Banca, l’Istituto di Credito delle Casse Rurali e Artigiane, costituito con lo scopo di far crescere l’attività delle allora Casse Rurali e Artigiane, agevolandone e coordinandone l’azione attraverso lo svolgimento di funzioni creditizie, di intermediazione bancaria e di assistenza finanziaria – ha commentato Giuseppe Maino, Presidente del Gruppo BCC Iccrea -. Si trattava della prima forma organizzativa di auto-gestione del Credito Cooperativo, lo strumento per rendere le Casse Rurali indipendenti dalle altre banche. Oggi, a distanza esatta di 60 anni, abbiamo voluto non solo ricordare questo significativo anniversario, ma anche riflettere sul percorso fatto e culminato il 4 marzo 2019 con la costituzione del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, oggi Gruppo BCC Iccrea, un modello unico e innovativo di gruppo bancario al servizio delle BCC che ci ha permesso di proiettarle verso nuovi livelli di efficienza, ma nel rispetto rigoroso dei principi mutualistici che sono all’origine della storia del credito cooperativo”.

“Oggi, con le sue 116 BCC, il Gruppo BCC Iccrea è più competitivo e solido, dopo un percorso di evoluzione su più fronti tra cui la riduzione drastica di oltre 10 punti del NPL ratio lordo dal 14,4% di giugno  2019 al 4,1% di settembre 2023 e la crescita di oltre 5 punti del CET 1 dal 15,5% nel giugno 2019 al 20,8% di settembre 2023, soprattutto a confronto con gli impieghi netti realizzati – circa 90 miliardi di euro  a settembre 2023 – che danno il segno di quanto stiamo facendo per il sostegno allo sviluppo delle PMI e la spesa delle famiglie – spiega Mauro Pastore, Direttore Generale del Gruppo BCC Iccrea -.  Sono i numeri di un grande Gruppo che, grazie alla forza di questi risultati, potrà essere sempre più un punto di riferimento per le economie e i territori. Le BCC del nostro Gruppo sono diventate più robuste e in grado di servire le proprie comunità di riferimento con un’offerta completa e soluzioni di eccellenza anche grazie a partnership strategiche che abbiamo sviluppato a livello nazionale, come quelle sul fronte del wealth management, della bancassicurazione, della monetica, della cessione del quinto, oltre a diversi plafond avviati per servire le PMI nel turismo, nell’agricoltura, sull’estero e per i loro obiettivi ESG”.

0 replies on “Forte crescita per il Gruppo BCC Iccrea durante la pandemia e anche dopo. Le Bcc convincono gli italiani”