BCC Cup, la solidarietà va sotto canestro

Il 21 febbraio la prima edizione del trofeo benefico organizzato dalla nostra Bcc con la sfida tra la Pallacanestro Openjobmetis Varese e il Legnano Basket Knights. Raccolti diecimila euro per la fondazione Il Ponte del Sorriso che aiuta i bambini in ospedale

L’esordio è stato in pieno stile BCC. Quando la nostra banca va sotto canestro lo fa unendo sport e territorio nel nome della solidarietà. Con la BCC Cup tutti questi ingredienti si sono sapientemente mescolati concretizzandosi in una serata di grande agonismo e di grande cuore. Per la prima edizione della BCC Cup, martedì 21 febbraio al PalaBorsani di Castellanza si sono sfidate in un’amichevole di lusso due tra le più importanti realtà cestistiche italiane, sicuramente le due maggiori formazioni dell’Altomilanese e del Varesotto: la Pallacanestro Openjobmetis Varese che milita nella massima serie nazionale e il Legnano Basket Knights che gioca in Lega 2. Sotto il marchio Bcc hanno unito le forze per un fine comune: aiutare Il Ponte del Sorriso, fondazione varesina impegnata da oltre venti anni nella cura e nell’accoglienza dei bambini in ospedale. E il risultato è arrivato: l’incasso della partita è stato raddoppiato dalla nostra banca e alla fondazione sono stati donati 10mila euro. «La BCC Cup è nata con il preciso scopo di trasformare la passione per la pallacanestro in un gesto concreto di solidarietà per il territorio», ricorda il presidente della nostra Bcc Roberto Scazzosi. «Nel pensare ad un trofeo che potesse racchiudere in sé questi valori, abbiamo trovato la pronta risposta e la fattiva collaborazione delle due società del territorio che esprimono la pallacanestro ad altissimi livelli: Varese e Legnano.

L’entusiasmo riscontrato e il buon risultato ottenuto ci spingono a proseguire su questa strada facendo della BCC Cup un appuntamento periodico, un momento dove il territorio si ritrova per sostenere un progetto secondo quello spirito di cooperazione e mutualità che è la base delle banche di credito cooperativo. Nell’anno del 120esimo di fondazione del nostro istituto di credito ci è piaciuto dare vita ad un’iniziativa bella, partecipata ma soprattutto coinvolgente». Del resto, le premesse per l’ottima riuscita della manifestazione c’erano tutte. Già nella conferenza stampa di presentazione del trofeo, che la nostra banca ha ospitato a Busto Garolfo all’inizio di febbraio, le due società si erano dette profondamente convinte della bontà dell’iniziativa. «La finalità benefica ci è subito piaciuta», aveva affermato Riccardo Polinelli, membro del CdA della Pallacanestro Varese presente alla conferenza stampa con il direttore generale Claudio Coldebella, il coach Attilio Caja e il capitano Daniele Cavaliero. «Lavorare insieme con il nobile obiettivo di dare una mano concreta al Ponte del Sorriso è sicuramente stimolante e gratificante ». Stesso tono da Legnano. «Sono felice di questa iniziativa congiunta con la Pallacanestro Varese. Il buon rapporto con la società e la spinta della Bcc ci hanno permesso di pianificare una serata di sport, divertimento e beneficenza», aveva aggiunto Marco Tajana, presidente Legnano Basket Knights intervenuto con il dg Maurizio Basilico e l’allenatore Mattia Ferrari.

Sotto il profilo sportivo nulla però è stato lasciato al caso. Anche se presentata come amichevole benefica, la sfida è stata una partita vera. Entrambe le formazioni hanno approfittato della pausa di campionato per preparare il rush finale scendendo in campo con convinzione e lo spirito giusto. È stata onorata la voglia di risposte concrete che arrivava dalle rispettive panchine, ma anche le squadre si sono prestate alla voglia di spettacolo dei tifosi in tribuna. Applausi a scena aperta per le cinque schiacciate in tap-in di William Mosley, ma anche per i numeri acrobatici di Eyenga e Pelle e le magie dall’arco e in penetrazione di Dominique Johnson. Diversi gli eventi collaterali proposti: dalla presentazione delle squadre in stile USA alla sfida di ballo tra le due mascotte (il legnanese “Albertino” contro il galletto di Varese), fino alla consueta gara di tiro da 3 punti nell’intervallo e agli spettacoli di ballo della B Crew. Anche se alla fine il tabellone segnava un eloquente 85 a 60 in favore di Varese, il vero vincitore è stata la solidarietà. «La vittoria più grande sarà il sorriso dei bambini in ospedale che tutti voi avete regalato grazie a questa bellissima serata», è stato il messaggio di ringraziamento della presidente del Ponte del Sorriso Emanuela Crivellaro

MATCH SPONSOR CON IL LEGNANO BASKET

Match sponsor per una serata. La sfida tra il Legnano Basket Knights e la pallacanestro Agropoli è stata interamente firmata Bcc. Il 12 dicembre il PalaBorsani di Castellanza si è tinto dei colori della nostra banca in una serata che è stata di festa e di grande sport e che, aperta da un aperitivo tra tutti gli sponsor del Legnano Basket, è culminata con la vittoria della squadra di casa. Tra il secondo e il terzo tempo, il presidente della nostra Bcc Roberto Scazzosi e il responsabile Area mercato Massimo Tufano sono stati chiamati al centro del campo per consegnare tre completi degli Knigths con la maglietta autografata da tutta la squadra ai fortunati vincitori estratti a sorte tra i presenti.