A scuola di scacchi

Gli scacchi sono diventati materia di studio per gli alunni delle elementari di Busto Garolfo. Si è chiuso sabato 2 giugno, nella sede della Famiglia Legnanese il progetto “Scacchi – sport della mente” che il Circolo Scacchistico della Famiglia Legnanese ha promosso, per il secondo anno consecutivo, nelle scuole bustesi. Un progetto che, sostenuto dalla nostra Bcc, ha permesso a oltre 350 ragazzi di terza, quarta e quinta dei plessi Tarra, Mentasti e Ferrazzi-Cova di misurarsi con una scacchiera imparando non solamente i movimenti dei pezzi, ma a ragionare, verificare e memorizzare le diverse strategie. «Nelle cinque lezioni di due ore ciascuna, dove nell’ultima è stato previsto un vero e proprio torneo siamo andati a presentare il mondo degli scacchi, fatto non solamente  di regole, ma anche di arte», premette Davide Volpi, istruttore del corso. «Rispetto all’anno scorso abbiamo introdotto un secondo step; ovvero per i ragazzi che avevano già fatto il primo corso abbiamo introdotto un’evoluzione andando a vedere in classe, per esempio, il film su Bobby Fischer, il primo americano a conquistare il titolo di campione mondiale di scacchi. Ma anche a vedere le opere che Enrico Baj ha dedicato al mondo degli scacchi». È dimostrato che il gioco degli scacchi, prosegue Volpi, «aiuta la concentrazione, stimola alcune specifiche aree del cervell ed, essendo un gioco matematico, aumenta le capacità di calcolo. Inoltre aumenta la memoria. Inoltre i giocatori si sfidano alla pari, al di là dell’età e del sesso».
I primi quattro di ogni classe si sono sfidati in un successivo torneo che ha designato il campione scolastico. Il progetto ha avuto come clou il torneo in Famiglia Legnanese: nella prestigiosa sede di Villa Jucker sono stati chiamati i migliori delle tre scuole scontrarsi per conquistare il titolo di Campione di Scacchi della città di Busto Garolfo. Sono stati selezionati quattro ragazzi per le scuole Ferrazzi-Cova, otto per le scuole Don Mentasti e 12 per le scuole Tarra, in proporzione al numero di classi e alunni aderenti. Alla presenza del consigliere della nostra Bcc Vittorio Pinciroli, del sindaco di Busto Garoflo Susanna Biondi e del presidente del Circolo Scacchistico Famiglia Legnanese Alberto Meraviglia, 26 ragazzi hanno affrontato la scacchiera pronti a darsi battaglia fino all’ultimo “scacco matto”.  «Non possiamo che ringraziare la Bcc per il prezioso supporto che ci ha dato in questo progetto – ha detto Meraviglia -. È bello che la diffusione del gioco degli scacchi possa iniziare fin da giovanissimi, appassionando e contribuendo a sviluppare le capacità di ragionamento degli stessi ragazzi».
I protagonisti del torneo sono stati: Leonardo Branda, Nicolò Galante, Ivan Vilmi, Daniele Lombardi, Alessandro Volpi, Orges Cobo, Arbios Dula, Alessio Zanzottera, Matteo Crespi, Giacomo Sisti, Chiara Gorla, Manuel Tarantelli, Lorenzo Mori, Federico Santamaria, Alessandro Casazza, Lorenzo Colombo, Davide Crotti, Lorenzo Frontini, Michael Tango, Achille Khurram, Alice Rebellato, Marta Salerno, Davide Germani, Matteo Villalba, Stefano Magonza e Alessandro Zocche.

Gli scacchi sono diventati materia di studio per gli alunni delle elementari di Busto Garolfo. Si è chiuso sabato 2 giugno, nella sede della...
" />