Ferragosto solidale a Milano con Clochard o anziani: come partecipare

Vediamo nel dettaglio le due iniziative

Un Ferragosto solidaleinsieme con i senzatetto  ospiti nel loro principale centro d’accoglienza, l’Oasi del Clochard: lo organizzano i City Angels, e invitano i milanesi a partecipare. Lo stesso fa don Virginio Colmegna per la Casa della carità, cerca sostegno e compagnia per gli anziani.

Vediamo nel dettaglio le due iniziative.

Per chi vuole servire servire un pasto ai Clochard

L’Oasi, aperta in collaborazione con il Comune di Milano nel marzo 2017 dove prima sorgeva un campo rom, accoglie circa 200 senza fissa dimora, metà italiani e metà stranieri, di una ventina di nazionalità, uomini e donne, dai 18 agli 80 anni. Nel centro d’accoglienza mangiano, dormono, sono seguiti da personale specializzato e seguono corsi di formazione, che li aiutino a reinserirsi in società.

“Invitiamo i milanesi a vivere un Ferragosto speciale, in cui conoscere un mondo che a volte ignoriamo e a volte ci fa paura” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. “Chiunque può venire, indossare la pettorina dei City Angels, servire a tavola i clochard e poi mangiare insieme con loro”.

I milanesi potranno venire dopo essersi prenotati attraverso la pagina Facebook dell’Associazione https://www.facebook.com/CityAngelsItalia. Se vorranno potranno portare, in segno di condivisione, qualcosa da mangiare, oppure qualcosa da bere (ma niente alcolici).

Arriveranno con la pettorina dei City Angels, in veste di camerieri, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala; l’assessore ai Servizi socialidel Comune di Milano Pierfrancesco Majorino; Mons. Franco Buzzi, già Prefetto della Biblioteca Ambrosiana; e l’Imam Khaled Elhediny.

Saranno presenti anche Daniela Javarone, madrina dei City Angels, il musicista e attore Maurizio Colombi, il cantautore Paolo Uguccioni, la cantautrice Annalisa Cantando e la cantante Alessandra, che farà ballare i presenti.

L’appuntamento è dunque per mezzogiorno di mercoledì 15 agosto in via Cesare Lombroso 99, presso l’Oasi del Clochard, a 100 metri da Piazzale Ovidio e a 200 da Viale Corsica.

I City Angels, volontari di strada d’emergenza, sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, giornalista e docente universitario di Motivazione e leadership. Oggi sono presenti in 19 città italiane e a Lugano, in Svizzera, con oltre 500 volontari, di cui il 50,3% sono donne.

Per chi vuole passare una giornata in compagnia degli anziani soli

Festeggiare insieme il Ferragosto è una tradizione per la Casa della carità, perché rappresenta una piccola ma importante occasione d’incontro, dedicata soprattutto a chi si trova in solitudine e non ha la possibilità di lasciare la città durante l’estate. “Come ogni anno, l’invito a venire in via Brambilla e a prendere parte alla nostra festa, insieme a ospiti e operatori, agli anziani del quartiere che frequentano settimanalmente la Casa e ad alcuni residenti delle case popolari seguiti dai nostri custodi sociali, è aperto a tutti coloro che sono soli a Milano”, afferma il presidente della Casa della carità don Virginio Colmegna. “Saranno naturalmente presenti i nostri volontari, che si occuperanno di allestire i tavoli, servire il pranzo e animare la festa. Ma se qualcuno volesse trascorrere in modo diverso il Ferragosto e unirsi a noi per dare una mano e rendere la giornata ancora più viva e partecipata, è il benvenuto”, aggiunge don Colmegna. L’appuntamento è per mercoledì 15 agosto alle 12, in via Francesco Brambilla 10. Si comincerà con la Santa Messa, cui seguirà un grande pranzo. La festa continuerà poi con un pomeriggio di musica, canti e balli. Per dare la propria adesione al pranzo (entro lunedì 13 agosto) o avere informazioni sulla partecipazione come volontario: silvano.daprile@casadellacarita.org oppure 338.3155200. E ovviamente l’attenzione della Casa della carità per le persone più anziane e fragili non si limita al giorno di Ferragosto. Per tutto il mese sono garantiti presenza e sostegno a chi rimane solo a Milano. Le attività del mercoledì e del venerdì dedicate agli anziani del quartiere non si interrompono mai, così come le attività domiciliari quotidiane e gli incontri di socializzazione del martedì e del giovedì per i residenti delle case popolari seguiti dal progetto “Scegliere insieme la strada di casa”, che la Fondazione porta avanti con il Comune di Milano in collaborazione con Cooperativa Comin, C.R.M. e Arché.