Il Ministero lancia un concorso per gli studenti: “Senza memoria non c’è futuro”

AUSCHWITZ
Le opere dovranno essere consegnate entro il prossimo 15 maggio. Il concorso è rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

“Senza memoria non c’è futuro: i principi di democrazia e tolleranza, libertà e solidarietà, uguaglianza e giustizia e la loro tutela davanti ai giudici, a 70 anni dalla nascita della Costituzione e con il monito degli 80 anni dalle leggi razziali, per le attuali e per le future generazioni di un giovane Paese dalla storia millenaria”, questo il tema del concorso lanciato dal Miur, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

A 70 anni dalla nascita della nostra Costituzione, entrata in vigore il 1° gennaio 1948 e per non dimenticare le leggi razziali, promulgate 80 anni fa durante il regime fascista, la Giustizia Amministrativa e il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, bandiscono un concorso rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado, per la presentazione di opere originali, interamente realizzate dagli studenti.

Il concorso vuole valorizzare gli elaborati che sapranno rappresentare, attraverso un’idea progettuale originale la necessità di attuare pienamente e di rafforzare ogni giorno i principi costituzionali di democrazia e tolleranza, libertà e solidarietà, uguaglianza e giustizia, anche attraverso la memoria della storia del nostro Paese, a garanzia delle attuali e delle nuove generazioni.

L’opera potrà essere realizzata da un singolo studente o da un gruppo di studenti e dovrà consistere:

  • in un video della durata massima complessiva di tre minuti;
  • in una rappresentazione teatrale o musicale della medesima durata massima;
  • in un manifesto;
  • in un fumetto della lunghezza massima di 4 tavole in formato A4.

I video, oppure i video con la registrazione dal vivo della rappresentazione teatrale o musicale oppure il manifesto grafico o il fumetto in formato JPEG o PDF, non dovranno superare i 30 MB e dovranno essere trasmessi entro il 15 maggio, esclusivamente tramite e-mail all’indirizzo n.volpe@giustizia-amministrativa.it.

Ciascuno studente, ciascuna classe o ciascun gruppo di studenti potrà partecipare con una sola opera, che potrà essere diffusa dagli organizzatori anche via internet e che non verrà restituita.

Una Commissione, nominata dal Presidente del Consiglio di Stato, sceglierà le opere vincitrici che saranno presentate, il giorno 1° giugno 2018, nel corso di una manifestazione pubblica presso la storica sede di palazzo Spada del Consiglio di Stato a Roma, in diretta streaming con i Tribunali Amministrativi regionali e le scuole partecipanti all’iniziativa.

Le opere dovranno essere consegnate entro il prossimo 15 maggio. Il concorso è rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
" />