Il teatro arriva dal carcere. Doppio appuntamento a Busto Arsizio e Como

Un altro modo per riavvicinare il carcere alla città, per ri-socializzare.

Doppio appuntamento culturale in sinergia con il territorio: ospitare le repliche di due spettacoli di compagnie professioniste all’interno del carcere.

Il sogno è di rendere il carcere una delle vetrine culturali della città.

L’idea è di guardare insieme uno spettacolo teatrale, liberi e detenuti, e poi alla fine confrontarsi su quello che si è pensato e provato. Un altro modo per riavvicinare il carcere alla città, per ri-socializzare.

Gli spettacoli:

FIGURINI; STORIE DI UOMINI DA INCORNICIARE, di Davide Marrachelli e Marco Continanza del Teatro Città Murata (CO), ven 9 febb ore 20.30.

“ABBRACCIAMI PIRLA” 6 marzo ore 2030, della compagnia Viandanti Teatranti, di Busto, che a Busto lavorano all’interno del Teatro San Giovanni Bosco.

Spettacoli che per tematiche si sposano con la realtà della detenzione. La prova generale pomeridiana sarà offerta al pubblico di detenuti. Serata per un pubblico esterno, con un gruppo di detenuti presenti in accoglienza, come “maschere”, con i ristretti del gruppo del giornalino e del gruppo di teatro fra il pubblico.

Al termine: tisana per tutti per dare la possibilità di scambio e conversazioni.

Per prenotazioni: basta il compilare il link
https://docs.google.com/forms/d/1NJRbOoGYRpiRHK3p_2cyGc0pM0-s4kpXUxC_IkYvogo/edit

Un altro modo per riavvicinare il carcere alla città, per ri-socializzare.
" />