Varese investe sulle future nascite con 15 posti letto in più all’ospedale per loro

Inaugurata la nuova sede del reparto di ginecologia all'ospedale Del Ponte

Cresce l’ospedale di Varese con un occhio alle donne e ai bambini in arrivo. La nuova sede del reparto di ginecologia,  diretto dal prof. Fabio Ghezzi, si trova al 3° piano del nuovo Padiglione Michelangelo dell’ospedale del Ponte. Non solo i nuovi spazi sono moderni e confortevoli, ma consentono anche l’attivazione di 15 ulteriori posti letto, portando la Ginecologia ad un totale di 39 posti letto. Inoltre, la nuova sede del reparto potrà contare su quindici stanze singole, in cui ricoverare le pazienti in particolari condizioni cliniche. Il nuovo reparto presenta anche un ulteriore vantaggio: si trova, infatti, in collegamento diretto con il quartiere operatorio, permettendo così percorsi interni comodi e veloci. Ma quello della Ginecologia non è l’unico trasferimento da segnalare: due giorni fa al primo piano del Padiglione Leonardo, in spazi appositamente ristrutturati allo scopo, si è insediata la struttura semplice di Patologia della gravidanza, che conta 10 posti letto. “In questa struttura ricoveriamo le donne gravide che necessitano di un’assistenza quale quella che solo un Ospedale di terzo livello come il nostro può garantire – spiega il prof. Fabio Ghezzi, che è anche il Direttore della Rete Integrata Materno – Infantile  –  Mi riferisco non solo alle cure di tipo ostetrico che il nostro punto nascita offre, ma anche alla contemporanea presenta della Terapia Intensiva Neonatale diretta dal dott. Massimo Agosti. In questi 10 posti letto dedicati alla Patologia della gravidanza, infatti, trovano assistenza tutte le gravide che rischiano un parto pretermine o che comunque necessitano di un trattamento multispecialistico che al Del Ponte è garantito anche grazie alla collaborazione con gli specialisti dell’Ospedale di Circolo”. 

“Con questi trasferimenti, – commenta il Dott. Massimo Agosti, Direttore del Dipartimento materno-infantile – e in particolare della Patologia della gravidanza, continuiamo a dare la massima attenzione al valore del percorso nascita, offrendo alle donne in attesa il massimo delle cure per la loro salute e per quella dei loro bimbi”.
“Questi trasferimenti non comportano solo un immediato miglioramento e potenziamento dell’offerta sanitaria erogata all’Ospedale Del Ponte, – spiega il Direttore generale Callisto Bravi – ma sono anche la dimostrazione che non perdiamo tempo: il nuovo Ospedale, ‘nato’ lo scorso maggio, per dirla ricorrendo allo slogan con cui è stato inaugurato, sta crescendo davvero molto velocemente!”.