Natale in agriturismo: già prenotato l’85% delle tavole a Varese e provincia

A rivelarlo è un’indagine dell’osservatorio di Terranostra Coldiretti Varese, che segnala come la maggior parte delle persone abbia fermato il posto a tavola già a Novembre.

Natale a tavola, meglio se quella di un agriturismo. A rivelarlo è un’indagine dell’osservatorio di Terranostra Coldiretti Varese, che stima come l’85% dei posti negli agriturismi della nostra provincia per il classico pranzo natalizio siano già prenotati. Di questi, più della metà, risultano prenotati da novembre, mentre il rimanente 15% delle sedie ancora vuote dovrebbe esaurirsi, o quasi, entro il 25 dicembre. Per quanto riguarda il cenone di Capodanno — prosegue l’associazione degli agricoltori —, ad oggi, risultano prenotati il 65% dei posti a tavola, ma il picco delle registrazioni si avrà nei giorni immediatamente successivi a Natale, senza contare i ritardatari nell’organizzazione del veglione di fine anno.

«Passare Natale o Capodanno in agriturismo — commenta Massimo Grignani, presidente di Terranostra Varese — è, ormai, una tradizione. Negli ultimi anni, infatti, abbiamo notato come siano aumentate le richieste da parte dei consumatori che cercano sempre di più, in queste occasioni, una cucina rispettosa delle tradizioni agroalimentari del territorio e allo stesso tempo una proposta che affianchi a tutto questo la cura e la ricerca per un piatto gustoso, salutare, di qualità, ma anche rispettoso dell’ambiente perché preparato con i prodotti della terra a chilometro zero».

Le cucine contadine della provincia — afferma Coldiretti Varese — stanno già lavorando per proporre sulle tavole delle festività ricette speciali, capaci di unire la tradizione alla ricerca del particolare sfizioso o succulento per arricchire il piatto. 

«Dal paté di fegato fatto in casa, con gelatina al Porto e crostini, al risotto con lardo, zucca e rosmarino, i nostri clienti ci chiedono piatti tradizionali ma rivisti tramite la fantasia degli agricoltori, che sono i custodi delle ricette tipiche del territorio. Non solo: i clienti scelgono di passare le feste in agriturismo per la fiducia che ripongono in noi, e anche per poter assaporare ricette preparate tramite prodotti coltivati dall’azienda stessa» racconta l’agrichef di Montegrino Valtravaglia, Fiorella De Ambrosi.

A sedersi ai tavoli dei nostri ristori agrituristici durante le festività — prosegue  l’osservatorio di Terranostra Coldiretti Varese — sono in maggior parte persone provenienti dalla provincia di Varese, ma anche da quelle limitrofe, come non mancano persone in arrivo dalla vicina Svizzera. «Le prenotazioni per queste feste sono arrivate già da un mese, e ormai siamo praticamente pieni — afferma Lilli Canale, titolare di un agriturismo ad Azzate —. La maggior parte dei clienti arriva da Varese, come da Milano, Como e dal Canton Ticino, perché in agriturismo trovano un ambiente familiare, ideale per passare il Natale in compagnia».

Tutti i menù di Natale degli agriturismi della provincia — conclude Coldiretti Varese — sono consultabili sul sito www.agriturismivarese.it.